20.012017
0

Anche l’imprenditore Francesco Bellavista Caltagirone tra i grandi debitori di Banca Etruria e Monte dei Paschi

in News

Figura anche l’ex patron di Acquamarcia Francesco Bellavista Caltagirone tra i grandi debitori di Monte dei Paschi di Siena e Banca Etruria, i due istituti bancari in forte crisi salvati dall’intervento del governo costato decine di migliaia di euro di perdite a ciascuno degli obbligazionisti.

Come spiega Il Sole 24 Ore, l’imprenditore giunto a Imperia con la promessa di occuparsi della costruzione del porto turistico, sarebbe esposto con le banche per oltre un miliardo, di cui 60 milioni prestati da Banca Etruria prestati proprio per la costruzione del porto di Imperia, altrettanti da MPS, sempre in relazione allo scalo imperiese e un albergo di Catania. Tra gli istituti che vanterebbero crediti nei confronti di Caltagirone anche Veneto Banca, Pop Vicenza, Carife, Carige, Bnl, Banco Popolare. Del miliardo di euro che l’imprenditore deve restituire alle banche finora ne è stato recuperato appena il 10%

Per il porto di Imperia, Caltagirone è stato assolto in primo grado nel processo che lo vede imputato in appello per truffa ai danni dello Stato. La Procura ne ha chiesto la condanna a sei anni.